Creazioni con la carta

 

Origami




L'origami Ť l'arte di piegare la carta (termine derivato dal giapponese, ori piegare e kami carta) per realizzare varie figure e oggetti decorativi. La storia dell’origami comincia probabilmente con l’invenzione della carta, avvenuta nel 105 d.C. in Cina. Materiale che poteva essere piegato e ripiegato senza strapparsi.
Nel l 610 d.C. un monaco buddista portò la tecnica per la fabbricazione della carta in Giappone. Inizialmente, la preziosa e raffinata carta e le figure che con essa si ottenevano erano utilizzate in modo quasi esclusivo nei templi buddisti, dove le figure astratte create con la carta venivano impiegate nelle funzioni religiose (le regole e le tecniche erano note solo a pochi specialisti). Successivamente, la carta giunse alla corte imperiale e presso la nobiltà, che cominciò ad usare la carta per inviare biglietti ad amici e persone amate, piegati a forma di insetti, uccelli, fiori .
Nel XVIII secolo, l’origami giunse anche in Europa dove, da hobby o arte minore, divenne gradualmente anche uno strumento per realizzare la propria creatività.
Soprattutto in Giappone, che rimane sempre e comunque la patria dell’origami, negli ultimi decenni è cresciuta una nuova corrente artistica, grazie in modo particolare al maestro Yoshizawa Akira.
L’origami modulare, permette attraverso lo sviluppo di più modelli di origami legati tra loro, di ottenere oggetti tridimensionali.





         pagine rimanenti:   1

1